San Stanislao di Gesù e Maria Papczyński
English Polski Deutsch Español Françias Italiano Português

Cronologia della vita di Stanislao di Gesù e Maria Papczyński

Infanzia e gioventù

1631 

il 18 maggio viene al mondo a Podegrodzie (Polonia), figlio di Tomasz e di Zofia, nata Tacikowska

1640-1643 

studia grammatica alla scuola parrocchiale di Podegrodzie; nel 1643 termina la I classe (infima)

1643 

continua la scuola a Nowy Sącz – II classe di grammatica (media)

1646 

per alcune settimane continua gli studi nel collegio dei gesuiti a Jarosław

1646-1649 

si reca a Leopoli al collegio dei gesuiti dove viene ammesso; per guadagnare dà ripetizioni; col tempo si ammala di una malattia grave; guarito miracolosamente nel 1649 torna a Podegrodzie

1649-1650 

studia al collegio degli scolopi a Podoliniec e termina la classe III di grammatica (suprema)

1650-1651 

studia al collegio dei gesuiti a Leopoli, dove termina la poetica ed inizia la retorica e allo stesso tempo la scuola media superiore; tuttavia lascia la città a causa della guerra

1652-1654 

continua gli studi nel collegio dei gesuiti a Rawa Mazowiecka, dove termina lo studio di retorica e consegue i due anni di studi filosofici

Il periodo trascorso dagli scolopi

1654 

il 2 luglio entra nel noviziato degli scolopi a Podoliniec (Slovacchia)

1655 

durante il secondo anno del noviziato studia teologia presso i Francescani Riformati a Varsavia

1656 

per il suo direttore spirituale scrive Secreta Conscientiae ad Referendum Patrem N. N. Poloniae V[icarium] meum in Spiritualibus Magistrum; fino ad oggi si sono conservati due passi di questo scritto

1656 

il 22 luglio emette i voti semplici nell’ordine degli scolopi

1658-1660 

insegna retorica al collegio degli scolopi a Podoliniec

1661 

il 12 marzo a Brzozów presso Rzeszów, riceve gli ordini sacri dalle mani del vescovo di Przemyśl, Stanisław Sarnowski

1660-1662 

insegna retorica nel collegio degli scolopi a Rzeszów

1663-1667 

a Varsavia è docente, predicatore, confessore, moderatore della fraternità della Madonna delle Grazie, prefetto del collegio

1663 

a Varsavia pubblica Prodromus reginae artium sive informatio tyronum eloquentiae

1664 

a Varsavia pubblica Doctor Angelicus, in sui Ordinis Varsaviensi Basilica, pro nostris laudatus a P. Stanislao a Iesu Maria, Clericorum Pauperum Matris Dei Scholarum Piarum Sacerdote

1667 

a Varsavia viene pubblicato Panegyris Lyrica Illustrissimo et Reverendissimo Domino D. Joanni Gembicki Dei et Sedis Apostolicae Gratia Episcopo Plocensi decantata per P. Stanislaum a Iesu Maria Clericorum Pauperum Matris Dei Scholarum Piarum Anno 1666

1667 

il 20 ottobre – poco prima di recarsi a Roma chiamato dal superiore generale degli scolopi, scrive Protestatio Romam abeuntis

1668 

dal generale viene mandato da Roma a Mikulov, (Boemia) da dove torna a Varsavia

1669 

per ordine dei superiori, in occasione dell’elezione del re Michał Korybut Wiśniowiecki, scrive il panegirico Panegyricus Augustissimo Principi Michaeli Korybuth Divinitus Electo Regi Poloniae, Lithuaniae, Russiae, […] Magno Duci, debitae subiectionis et observantiae causa a Regio Collegio Varsaviensi Clericorum Pauperum Matris Dei Scholarum Piarum Consecratus; pubblicato lo stesso anno a Varsavia

1669 

in settembre si reca nella residenza degli scolopi a Kazimierz di Cracovia

1669 

viene pubblicato Triumphus sine originali macula conceptae Magnae Virginis, nova mehtodo, celeberrime adornatae, come l’introduzione a: D. C. Kochanowski, Novus Asserendae Immaculatae Conceptionis Deiparae Virginis Modus, Cracoviae 1669, pp. XVIII-XIX

1670 

in gennaio viene imprigionato prima nella casa religiosa di Podoliniec, e dopo a Prievida (Slovacchia); dopo tre mesi, il 22 marzo viene liberato, torna a Kazimierz e si mette sotto la protezione del vescovo di Cracovia Andrzej Trzebicki

1670 

a Cracovia viene pubblicato Orator Crucifixus sive Ultima Septem Verba Domini nostri Iesu Christi, totidem piis discursibus exposita per R. P. Joannem Papczyński, Presbyterum Polonum

Fondatore dell’Ordine dei Mariani

1670 

l’11 dicembre – dalle mani del viceprovinciale P. M. Kraus, riceve la dispensa papale e lascia gli scolopi; contemporaneamente, alla presenza delle stesse persone compie l’atto di Oblatio con l’intenzione di fondare l’Ordine dei Mariani dell’Immacolata Concezione della B.V.M.

1671-1673 

a Lubocza, è cappellano presso la famiglia Karski; qui veste l’abito bianco ed elabora  la Norma vitae per i futuri mariani

1671 

a Lubocza, o forse a Cracovia, scrive l’Apologia pro egressu e Scholis Piis, a motivo di controversie sorte dopo il suo abbandono degli scolopi

1673 

su consiglio di P. Franciszek Wilga, camaldolese, e con il consenso dell’ordinario Stefan Wierzbowski, P. Papczyński giunge il 30 settembre nella Foresta di Korabiew, dove diventa superiore di una comunità di eremiti che vivono secondo la Norma vitae; il vescovo Jacek Święcicki, arcidiacono e vicario giudiziale di Varsavia, durante la visita canonica il 24 ottobre approva con il decreto il primo convento dell’Ordine dei Mariani

1675 

si reca a Cracovia, per pubblicare il Templum Dei Mysticum quod in Homine Christiano demonstravit R. P. Stanislaus a Iesu Maria Presbyter Polonus

1675 

nel convento situato nella Foresta di Korabiew descrive gli inizi della fondazione dei mariani, in: Fundatio Domus Recollectionis

1677 

l’approvazione, da parte del Parlamento della Repubblica di Polonia, della fondazione dell’istituto dei Sacerdoti Eremiti Mariani nella Foresta di Korabiew

1677 

i mariani ricevono il “Cenacolo” a Nowa Jerozolima (Góra Kalwaria), dove P. Stanislao Papczyński si trasferisce dalla Foresta Mariańska

1677-1682 

a Góra Kalwaria predica e annota per alcuni anni le meditazioni e le conferenze intitolate Inspectio Cordis, Stanislai a Iesu Maria Congregationis Immaculatae Conceptionis Clericorum Recollectorum, ex Scholis Piis Praepositi – Recollectiones pro Dominicis et Festis totius anni et Menstruis exercitiis tumulturaria [tumultuaria?] opera consutatae

1679 

il 21 aprile – l’erezione canonica, da parte del vescovo Stefan Wierzbowski, dell’Ordine dei Mariani nel territorio della diocesi di Poznań, a Nowa Jerozolima

1684 

nel mese di giugno il Fondatore convoca a Foresta di Korabiew il primo capitolo generale

1690 

a Varsavia, pubblica Christus Patiens, Septem Discursibus Quadragesimali Paenitentiae accomodatis, Devotae Piorum considerationi Propositus per Patrem Stanislaum a Iesu Maria Sacerdotem Polonum

1690 

si reca a Roma per ottenere l’approvazione pontificia per l’istituto dei mariani, si ammala e torna in Polonia, senza raggiungere lo scopo

1692 

il 9 dicembre – in preda a una grave malattia e l’eventualità della morte, scrive il Testamentum [primum]

1698 

in autunno manda a Roma P. Joachim Kozłowski per l’ottenere l’approvazione pontificia per l’istituto dei mariani

1699 

il 21 settembre – la Sede Apostolica concede l’approvazione all’Ordine dei Mariani, il quale dopo aver accettato la Regula decem beneplacitorum BVM e l’aggregazione all’Ordine dei Frati Minori diventa un ordine con voti solenni

1699 

il 15 ottobre – inizio della terza fondazione – a Goźlina

1699 

Innocenzo XII manda una lettera al nunzio apostolico nella Reppublica di Polonia, Francesco Pignatelli, nella quale gli ordina di accettare i voti dai mariani

1701 

nella prospettiva della morte che si sta avvicinando il Fondatore scrive il Testamentum [alterum]

1701 

il 6 giugno – il Fondatore emette i voti solenni nelle mani del nunzio apostolico a Varsavia; il 5 luglio, nel Cenacolo, riceve la professione religiosa dei suoi confratelli

1701 

il 17 settembre – muore a Góra Kalwaria, dove viene anche sepolto nella chiesa del Cenacolo.

Processo di beatificazione

1705 

da P. Mansueto Leporini OFM viene scritta la prima biografia, intitolata Vita Fundatoris Congregationis Polonae Ordinis Immaculatae Conceptionis BVM

1754 

il Servo di Dio Kazimierz Wyszyński scrive Vita Venerabilis  Servi Dei Patris Stanislai a Iesu Maria

1764 

nella Repubblica di Polonia la sessione del Parlamento per l’incoronazione del re Stanislao Augusto, presenta “La Domanda alla Curia Romana per la beatificazione e la canonizzazione di Stanislao Papczyński”

1767 

il 10 giugno, a Varsavia, la Prima sessione del Processo Informativo di beatificazione di Padre Stanislao di Gesù e Maria Papczyński

1769 

la chiusura del processo diocesano e l’invio degli atti alla Congregazione romana

1775 

il 15 luglio, la Congregazione dei Riti emana il decreto d’approvazione degli scritti di P. Papczyński

1775 

l’ultimo documento nel processo in corso e l’interruzione della causa di beatificazione

1923 

la decisione del capitolo generale presieduto dal superiore generale, il Beato Giorgio Matulaitis-Matulewicz di riprendere la causa di beatificazione

1953 

la nomina del postulatore e la ripresa della causa a Roma

1992 

il 13 giugno la promulgazione del Decreto sull’eroicità delle virtù di Padre Stanislao Papczyński

2006 

il 16 dicembre, il Santo Padre Benedetto XVI ha confermato il decreto della Congregazione delle Cause dei Santi che riconosce il miracolo operato per intercessione del Servo di Dio Stanislao di Gesù e Maria Papczyński

2007 

il 16 settembre, a Licheń (Polonia), la beatificazione di Padre Stanislao Papczyński, presieduta da S. Em. Sig. Card. Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, delegato di Sua Santità Benedetto XVI.